Attività

Sopra

2018

 
2018 Rassegna Cinema Africa serale

Proponiamo percorsi cinematografici legati all'Africa e alle problematiche connesse, con l'obiettivo di far conoscere e promuovere la ricchezza e le diversità dlla cultura di queste straordinarie popolazioni.

Le proiezioni si tengono nella sala del CINEMA-TEATRO BORGO TRENTO in Via F. Filzi, 3 - Borgo Trento – Brescia. 

La sala ha una capienza di 187 posti a sedere con schermo 8m x 5m

 

LUNEDI’ 8 ottobre 2018 ore 20.45

Titolo   UNE SAISON EN FRANCE Una stagione in Franciauna stagione in Francia

Regia: di Mahamat-Saleh Haroun

Paese: Ciad   - Lungometraggio – Fiction

Anno: 2017 - Durata: 100’

Lingua: Francese con sottotitoli in italiano

Premi: Premio Sunugal al FCAAAL 2018 (Milano)

Tematiche: Società,Attualità,Migrazioni

TramaAbbas, un insegnante di francese, ha lasciato il suo villaggio nell’Africa Centrale per ricostruirsi una vita in Francia. Mentre aspetta di ottenere lo status di rifugiato, organizza la sua vita: manda a scuola i figli e lavora al mercato, dove incontra e si innamora di Carole. Ma se la sua richiesta d’asilo non fosse accettata, cosa accadrebbe di questi frammenti di vita normale che ha messo insieme faticosamente?

Trailer https://www.coefilm.org/scheda.php?id=258

 

LUNEDI’ 15 ottobre 2018 ore 20.45  

il nucleo del piantoTitolo   Le Cri Du Coeur 

Regia: Idrissa Ouedraogo

DrammaticoPaese: Burkina Faso, Francia

Anno: 1994 - Durata: 86’

Trama: Il piccolo Moctar non ha mai lasciato il suo villaggio. Un giorno, una lettera sconvolge la sua esistenza: deve abbandonare la sua casa e le persone più care per raggiungere il padre da anni emigrato in Francia. Moctar non riesce ad adattarsi a questa nuova vita, si sente a disagio lontano dal suo ambiente. Lo assale una certa inquietudine, mentre l'immagine di una iena lo insegue ovunque per le strade della città.“
Menzione d'onore a Venezia, il film del maestro africano racconta con delicatezza uno spaesamento esistenziale: l'Africa innanzitutto è una condizione dello spirito, che ogni emigrato porta con sé.

Trailer e scheda filmhttps://www.coefilm.org/scheda.php?id=113

 

 

 

 

 

LUNEDI’ 22 ottobre 2018 ore 20.45

TimbuktuTitolo Timbuktu 

Regia di Abderrahmane Sissako

Drammatico - Paese Francia/ Mauritania

Anno 2014 – Durata: 97’

Trama: Un gruppo di ragazzini gioca in un campo di calcio dal terreno sabbioso. Scattano e dribblano, colpiscono di testa, effettuano passaggi, tirano in porta. Giocano però senza il pallone. Siamo a Timbuktu, storica e antica città nel Mali, e la popolazione sta subendo l'occupazione da parte di un gruppo di jihadisti che hanno imposto tutta una serie di divieti: non si fuma, non si canta, non si ascolta la musica, non ci si siede davanti casa e non si gioca a calcio. Ai ragazzi non rimane quindi che immaginare la palla e giocare lo stesso, in un atto di sfida al nuovo regime degli occupanti. Uno stacco e vediamo che nello stesso campo un uomo e una donna sono sotterrati in piedi, solo la loro testa resta fuori, una accanto all'altro. Li uccidono entrambi con la lapidazione. Ma l'uomo e la donna non sono solamente eliminati fisicamente, ma vengono svestiti della loro umanità da parte dei carnefici: le teste che spuntano dal campo di calcio sembrano due palloni a cui lanciare pietre. Doppia uccisione: fisica e spirituale, anche l'immaginazione deve essere controllata e punita se va contro la legge di un integralismo religioso.

Trailer e altre informazionihttp://www.ondacinema.it/film/recensione/timbuktu_sissako.html

 

 

 

 

 

 

 

LUNEDI’ 29 ottobre 2018 ore 20.45

anni piomboTitolo Anni di piombo 

Regia Margarethe von Trotta

drammatico Paese: Germania

Anno 1981 - Durata 106 minuti.

Trama : Juliane e Marianne Klein sono figlie d'un severo pastore protestante. La prima ha un carattere duro e orgoglioso; l'altra sembra mite ed ubbidente: come tale è la preferita in famiglia. Le adolescenti assistono esterrefatte alla proiezione scolastica degli orrori perpetrati dai loro connazionali nazisti nei famigerati lager ed al tempo stesso alle vergognose degradazioni umane per le quali milioni di innocenti muoiono di fame e di stenti. "Questo stato di cose non può continuare": fanno la loro scelta. Juliane lavora in un giornale femminista e fa politica; Marianne invece si unisce ad un gruppo terroristico ed entra in clandestinità. Dopo qualche anno Marianne è arrestata. La sorella nelle visite che le farà in carcere resterà sempre più scossa dalla irremovibilità della sorella e dalle sue convinzioni della bontà d'una scelta che lei disapprova del tutto. I diverbi e gli scontri rafforzano tuttavia il legame odio amore tra le due sorelle. Juliane continua il suo lavoro politico, condotto con metodi democratici, appoggiata dall'affetto del suo amante Wolf; la sorella inizia un prolungato sciopero della fame che la porta agli estremi. Mentre Juliane si trova in vacanza Marianne viene trovata morta in carcere. Il verdetto dell'indagine è inequivocabile: suicidio per impiccagione. La disperazione per l'avvenuto e la convinzione che la causa della morte sia ben altra portano la sorella alla ricerca puntigliosa della verità. Il proposito la induce all'abbandono d'una vita relativamente sicura e protetta per dedicarsi all'impresa che in partenza sembra disperata. Quando il risultato del suo lavoro l'avrà condotta alla conclusione che si trattò di omicidio, lo sperato colpo giornalistico scandalistico le cadrà dalle mani: i lettori ora esigono attualità sensazionali che non hanno niente a che fare con le vecchie storie carcerarie di un tempo ormai lontano! Non le resta che raccontare, con prudenza ed un po' alla volta, tutta la verità a Jan, il figlioletto di Marianne che la madre aveva abbandonato per potersi dedicare completamente alla sua missione, in quanto "una come lei non poteva badare ai sentimenti!".

Trailer https://www.youtube.com/watch?v=-XX1Q3dDMIA

 
 
Rassegna Cinematografica Africa per le Scuole - a. s. 2017/18

SCUOLA PRIMARIA

Martedì 6 febbraio 2018 ore 9.00 – film di 97 min.

 

Titolo    AZUR E ASMAR

Film d'animazione  del 2006 scritto e diretto da Michel Ocelot.

Durata 97 min. – Versione: italiano

Presentato nella sezione Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2006[1] e nella sezione per ragazzi "Alice nella città" della Festa del Cinema di Roma 2006, è uscito nelle sale italiane il 10 novembre 2006.

Trama : in Europa una donna araba si prende cura di un bambino ricco, biondo e con gli occhi azzurri, Azur, facendogli da nutrice e di suo figlio della stessa età, moro e con gli occhi scuri, Asmar. I bambini crescono insieme, litigano spesso, ma si vogliono anche bene e si aiutano. Il padre di Azur però li separa e scaccia la sua nutrice con il figlio. Divenuto adulto, Azur decide di andare in Africa per cercare la Fata dei Jinns, la protagonista della fiaba che gli veniva raccontata dalla nutrice da piccolo: essa è prigioniera in attesa di un coraggioso cavaliere che riuscirà a liberarla superando molti ostacoli. Dopo un naufragio in mare durante il viaggio, arriva su una spiaggia nera e sporca e scopre che è considerato maledetto per via dei suoi occhi azzurri. Azur decide allora di fingersi cieco. Mentre continua il suo viaggio Azur incontra un mendicante gobbo, chiamato Rospu, che gli propone di portarlo sulle spalle: in cambio lo guiderà alla città più vicina. Durante il percorso Azur e Rospu si fermano davanti a un piccolo tempio, dove Rospu dice che si trova un oggetto indispensabile per trovare la fata dei Jinns: la chiave rovente. Poco dopo i due arrivano alla città dove erano diretti. Lì Azur e Rospu trovano un secondo tempio simile a quello precedente, dove trovano la chiave aulente. Azur, dopo alcune disavventure dovute alla sua finta cecità, ritroverà la sua nutrice, ora diventata una ricca mercante, e Asmar, il quale però inizialmente non lo accoglie bene. Dopo gli iniziali dissapori con il fratello di latte, Azur ritroverà in Asmar la collaborazione e l'amicizia di una volta e i due si aiuteranno a vicenda nelle difficoltà. Divcenteranno due eroi coraggiosi e libereranno la Fata dei loro sogni.

 

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

mercoledì 7 febbraio 2018 – ore 9.00 - tre film di 18 + 19 + 17 min.

                                

Titolo   LES EMPREINTES DOULOUREUSES (Le impronte dolorose)
di Bernard Auguste Kouemo Yanghu

Francia/Camerun, 2015 - 18’ - DVD/BLURAY/FILE
Versione: Francese con sottotitoli in italiano
Premio POLIS srl. per la distribuzione al 26° FCAAL di Milano

Sinossi
Nathalie è una giovane e bella donna francese nata in Camerun. Ossessionata dal suo aspetto fisico: pensa che sia la causa di tutti i suoi problemi e così decide di fare un’operazione al chirurgia estetica al naso. A Tolosa si ritrova per le vacanze con sua madre, che non è d'accordo con la sua scelta. Madre e figlia rappresentano due generazioni ormai lontane che non sembrano capirsi più.

 

Titolo   Un enfant perdu (Un bambino perduto)

Senegal – 2016 Regia/Direction : Abdou Khadir Ndiaye
Sceneggiatura/Screenplay: Oumar Sall le grand
Fotografia/Camera: Amath Niane
Montaggio/Editing: Héloise Pelloquet , Virgile Andreas Guihard, Makha Bao Fall
Suono/Sound: Ousmane Coly
Musica/Music: Abdou Guité Seck
Interpreti/Cast:Ibrahima Ba, Mentor Ba, Fallou Ndiaye, Moussa Gueye
Durata/Time: 19′
Versione Originale/Original Version: French
Produzione/Production: Cinekap

Sinossi/Synopsis
Un bimbo di una famiglia benestante si perde per le strade di Dakar ed entra in contatto con il mondo che lo circonda. Comincia cosi un viaggio d’iniziazione nei quartieri più poveri della città.

 

Titolo   Aya goes to the beach (Aya va in spiaggia)

Regista Maryam TouzaniPaese Marocco - Anno 2015Colore – Durata Colore - 17 minVersione Arabo con sottotitoli in italianoSottotitoli ItalianoSupporto DVDSinossi Aya ha solo 10 anni ma già lavora come inserviente presso la casa di una signora dell’alta borghesia di Casablanca. Unica e fondamentale figura di riferimento è la vicina di casa, con cui chiacchiera dal balcone. Chiusa tra le mura domestiche, spera di potere uscire in occasione della festa dell’Eid.Note Premio CINIT per la distribuzione al 26° FCAAL di Milano

 

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

giovedì 8 febbraio 2016 – ore 9.00 – un film di 80 min.

 

Titolo    Ma Révolution  (La mia rivoluzione)                                                                       

Un film di Ramzi Ben Sliman. Con Samuel Vincent, Anamaria Vartolomei, Lucien Le Guern, Lubna Azabal, Samir Guesmi Drammatico , durata 80 min. - Francia 2015 Sinossi

Un giovane alle prese con la rivoluzione del primo amore. Da un giorno all'altro il giovane Marwann è diventato una star. Per caso finisce sulla prima pagina di un giornale di Parigi e la sua immagine diventa simbolo della rivolta contro i dittatori del mondo arabo. Tuttavia l'adolescente è molto più preoccupato per le emozioni turbolente suscitate dall'amore per la compagna di studi Sygrid che per la rivoluzione politica in Tunisia.

 

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

venerdì 9 febbraio 2018 – ore 9.00 – tre film di 17 + 19 + 32 min.

 

Titolo   Ailleurs

Marocco – 2016

Regia/Direction : Othman Naciri
Sceneggiatura/Screenplay:Othman Naciri
Fotografia/Camera:Hamza Gounin
Montaggio/Editing:Faraj Daoudi
Suono/Sound: Mehdi Filali
Interpreti/Cast:Mohamed Ould Soussi,  Moustapha Sall
Durata/Time: 17’
Versione Originale/Original Version:francese, arabo/French, arabic
Produzione/Production:Blue Tree prod

Sinossi/Synopsis
Salem, un anziano nomade, abbandona Tindouf, il quartier generale dei separatisti Saharawi, e inizia un lungo viaggio verso il “più bel paese del mondo”: la sua infanzia. Sul suo cammino incontra Demba, un rifugiato senegalese che sta cercando di raggiungere la propria famiglia a Casablanca. In una terra di nessuno, i due condividono emozioni, paure, speranze…

 

Titolo    Nyerkuk

Sudan – 2016

Regia/DirectionMohamed Kordofani
Sceneggiatura/Screenplay:Mohamed Kordofani
Fotografia/Camera:Khaled Awad
Montaggio/Editing:Mohamed Kordofani
Suono/Sound:Shaf Ahmed
Interpreti/Cast:Fakhreldin Tariq, Khaed Abu Ashara, Ahmed Sidahmed
Durata/Time: 19′
Versione Originale/Original Version:arabo
Produzione/Production:Kordofani Films

Premi/Awards: Journées cinématographiques de Carthage 2016 (Naas Award for Best Short Film), Red Carpet Film Festival 2016 (Audience Award e Best Actor), Sudan Indipendent Film Festival 2017 (Black Elephant Award for Best Film e Jury Prize)

Sinossi
Dopo aver perso il padre in un bombardamento aereo, Adam, un bambino di 10 anni, è costretto a fuggire in città. Per sopravvivere, diventa un abilissimo  scassinatore di appartamenti, il più bravo e il più ambito. Le cose si complicano quando Adam decide di emanciparsi dal suo boss e cambiare vita…

Mohamed Kordofani
Nasce a Khartoum (Sudan), dove si laurea ingegnere aeronautico e parallelamente porta avanti la carriera di regista e produttore. Pur essendosi trasferito a 28 anni in Bahrein, il suo lavoro da cineasta è tuttora focalizzato sulla realtà sociale sudanese. Il suo primo cortometraggio, Gone for Gold, viene selezionato nel 2015 all’Alexandria Film Festival. Nyerkuk è presentato in prima mondiale alle Journées cinématographiques de Carthage.

Filmografia/Filmography 
2014 – Gone for gold, cm  / 2016 – Nyerkuk, cm

 

Titolo Terremere ( Madre terra)

Regista Aliou sow
Paese Francia/SenegalAnno 2015Colore – Durata Colore - 32 min Versione Francese/arabo con sottotitoli in italiano

Sinossi

Abdoulaye vive nella periferia di una città francese. Quando il fratello muore in un incidente, decide di tornare in Mauritania per seppellirlo nel villaggio d’origine dei loro genitori. Alcuni amici lo seguono in quest’avventura in auto, affrontando il deserto e la guerra, ma la difficoltà più grande risulterà del tutto inaspettata.

Note

Premio ISMU per la distribuzione al 26° FCAAL di Milano                                                                                                                   

 

I DETTAGLI ORGANIZZATIVI

I film sono introdotti da educatori con competenze specifiche, appartenenti alla Coop. Sana (Primaria e Secondaria I) e al COE (Secondaria II), i quali coinvolgeranno poi gli spettatori animando l’approfondimento tematico e culturale al termine della visione.

Le proiezioni saranno nella sala del CINEMA-TEATRO BORGO TRENTO in Via F. Filzi, 3 - Borgo Trento – Brescia. 

La sala ha una capienza di 187 posti a sedere con schemo 8m x 5m.

MODALITA’ DI PRENOTAZIONE: inviare il modulo da scaricare, compilato in ogni sua parte via mail a: info@kamenge.it ; nel caso le iscrizioni superassero la capienza della sala sarà nostra cura concordare con le scuole la proiezione nello stesso giorno della settimana successiva.

L’organizzazione darà conferma dell’avvenuta prenotazione.

INFORMAZIONI - Per verificare la disponibilità dei posti o per qualsiasi altra informazione ritenuta utile, vi invitiamo a scrivere a info@kamenge.it  

Alle scuole primarie e secondarie di primo grado che prenoteranno, invieremo apposita scheda da noi predisposta, per consentire agli insegnanti di sviluppare percorsi didattici di approfondimento.

Segnaliamo inoltre alle scuole che intendano programmare nel corso dell’anno scolastico un percorso cinamatografico e interculturale personalizzato a collaborare per l’organizzazione dell’iniziativa.

Al fine di rendere l’uscita didattica utile e appassionante, per quegli istituti comprensivi che, dopo la visione dei film, intendano occupare l’intera giornata a Brescia ci permettiamo di segnalare la nostra disponibilità ad organizzare in collaborazione con BVesse una proposta di laboratorio interculturale, stabilendo con i docenti una programmazione personalizzata della permanenza. In tal caso procederemo attraverso contatti diretti.